Solidale e responsabile

Solidale e responsabile

"Essere speciali significa fare qualcosa in più: prendersi cura degli altri. Trentino sempre in prima linea."

Si è competitivi nel modo giusto solo se si è solidali, con un senso di rispetto e vicinanza per chi ha bisogno di una mano in più.

Competitività e solidarietà devono essere inscindibili.

Oggi siamo siamo troppo abituati a parlare per categorie, cataloghiamo tutto.

Pensiamo solo al concetto di “gente”: è una rappresentazione che si dà genericamente, nella quale ciascuno di noi proietta la sua prospettiva ma nella realtà esistono solo “persone”, ciascuna con una propria storia, che non sono semplici numeri e che vanno rispettate nella loro diversità.

E l’autonomia, in una terra fatta di “persone” è strettamente legata alla responsabilità: non può prescindere dall’esperienza e dalla capacità di governare, di fare le scelte giuste mantenendo sempre i conti a posto.

E i nostri conti sono in ordine: oggi in termini di debito e di risorse finanziarie abbiamo una situazione molto migliore rispetto a quella di 5 anni fa.

Conta ovviamente anche la responsabilità di fare scelte giuste, basate sulla serietà dell’analisi e delle proposte, anche se sono scelte che non producono un consenso immediato.

Responsabilità significa essere affidabili, credibili, e farsi misurare nei risultati. Non sono le parole, bensì i fatti che dimostrano che il Trentino è una terra davvero speciale, non solo perché autonoma.